Europa dell’Energia | Le domande del Portavoce M5S Dario Tamburrano a Juncker

Le mie domande al futuro Commissario Juncker (Parlamento Europeo, 9 luglio 2014, h. 18.30-20.00)

“Salve sono Dario Tamburrano del Movimento 5 Stelle, commissione ITRE.

Egregio futuro commissario Juncker, noi del Movimento 5 Stelle siamo entusiasti per la sua saggia scelta di inserire come secondo punto del suo programma la questione energetica che per noi rappresenta una delle sfide fondamentali che l’Europa e il mondo intero dovrà affrontare il prima possibile.

Siamo convinti che solo una rapida transizione ad un modello energetico decarbonizzato basato sulla produzione decentralizzata di energia rinnovabile, permetterà di risolvere stabilmente i problemi di approvvigionamento energetico dell’Unione Europea che la Natura, purtroppo, non ha dotato di risorse proprie sufficienti.

Le ultime indiscrezioni in nostro possesso relative al pacchetto clima-energia 2030, riportano che la commissione europea abbia redatto uno studio nel quale si conclude che un target vincolante del 40% di efficienza energetica per il 2030, porterebbe ad una riduzione di emissioni di CO2 e delle importazioni di gas di identica percentuale.

Per quanto riguarda l’impiego di energia rinnovabile si parla di un valore del 27% vincolante, ma solo a livello europeo complessivo e non di singoli stati.

E noi le chiediamo quindi:
1. Quale indirizzo intende promuovere in dettaglio all’interno del sopra citato pacchetto clima-energia 2030?
2. E come intende rendere questo indirizzo compatibile con le attuali politiche di austerità e delle eventuali singole politiche nazionali che possano andare in direzioni opposte?
Grazie”.

Risposta Juncker

“Lei ha fatto una domanda sull’energia e sull’Unione Europea dell’energia.

Sono contento che lei condivida la mia opinione che qui veramente è urgente intervenire.
Una politica che si scompone in venti, trenta, quaranta compartimenti diversi, ma non possiamo parlare di tutti.

Il Consiglio Europeo di ottobre, lei sa come me, rifisserà gli obiettivi su cui si è messa d’accordo l’Unione Europea. Io do un’enorme importanza non soltanto in occasione di questo incontro al vertice, bensì anche in occasione della conferenza di Parigi del 2015, alla questione dell’efficienza energetica.

Io penso che dovremmo essere molto più coraggiosi dal punto di vista del miglioramento dell’efficienza energetica. Ed è su questo che desidero lavorare”.

Per chi fosse interessato, qui si può trovare il video integrale dell’incontro in varie lingue.

For the ones interested, here you can find the full video in several languages.

VERSIONE INGLESE