TAV, Tamburrano: “Pensiamo ai pendolari

“Tav? No grazie. Innanzitutto pensiamo ai pendolari. Nel solo Lazio, per esempio, ben 348 chilometri di linee ferroviarie sono a binario unico ed è impossibile comprare i biglietti nel 41% delle stazioni.

Altro che bucare una montagna. Salvini si concentri piuttosto sui treni regionali. Ogni giorno, due volte al giorno, 5,6 milioni di pazienti sardine si inscatolano in convogli spesso vecchi e scomodi, quasi sempre lenti e strapieni”, così in una nota l’europarlamentare del Movimento 5 Stelle Dario Tamburrano.

“Come informa Pendolaria, in Italia negli ultimi 15 anni hanno smesso di essere in funzione circa 1.500 chilometri di linee ferroviarie mentre dall’inizio del secolo sono stati realizzate linee ad alta velocità per oltre 1.200 chilometri lungo direttrici che già erano attrezzate con linee a due e quattro binari.

Gli investimenti pubblici nella rete locale dei trasporti possono migliorare davvero la qualità della vita delle persone: senza contare i vantaggi per l’ambiente legati alla diminuzione del traffico privato, delle emissioni di sostanze inquinanti e di gas serra”, conclude Tamburrano.