L’Italia non sarà più una Cenerentola digitale

“L’Italia non sarà più una Cenerentola digitale. I 2.000 cantieri per la banda ultra larga che si apriranno nel 2019 le consentiranno di uscire dall’incomoda penultima posizione nella classifica dell’UE”.

Così l’europarlamentare Dario Tamburrano, M5S, commenta gli esiti della Terza giornata dedicata al Piano Nazionale della Banda Ultralarga svoltasi oggi, mercoledì 6 febbraio, al ministero dello Sviluppo Economico.

“Sui 28 Stati UE, l’Italia nel 2018 è risultata solo 27ma per la diffusione della banda ultra larga e 25ma per indice di digitalizzazione. Finalmente si comincia a colmare il digital divide – la disparità nelle possibilità di accesso ai servizi telematici – che esiste all’interno dell’Unione Europea: senza dimenticare il contributo dato dal fervente mondo delle reti mesh alla connettività nelle aree marginali e rurali dell’Italia, dove gli investimenti sono meno convenienti”, considera Tamburrano.

“Non è l’unico segnale concreto di un cambio di marcia: con il Governo del Cambiamento l’Italia è entrata nel parternariato europeo per la blockchain e ha creato la task force per elaborare una strategia nazionale sull’intelligenza artificiale”, conclude Tamburrano.

  •  
  •  
  •