Bulimia espansiva UE. Entra in vigore l’accordo di associazione con la Bosnia-Erzegovina

Bulimia espansiva. Oggi entra il vigore l’accordo di associazione fra UE e Bosnia-Erzegovina, un trattato grazie al quale fra Bosnia-Erzegovina ed UE viene a crearsi gradualmente un’area di libero scambio in vista dell’ingresso vero e proprio nell’UE della Bosnia-Erzegovina, che dovrà effettuare le “riforme” neoliberistiche del caso.

La Bosnia-Erzegovina, esattamente come la Macedonia, si trova sulla nuova rotta lungo la quale dovrebbe passare il gas russo diretto verso l’Unione Europea: un progetto al quale gli USA si oppongono e dal quale la Serbia si è già ritirata su pressione di USA ed UE.

La Bosnia-Erzegovina é un protettorato internazionale dalla fine delle guerre nei Balcani nate dalla dissoluzione della Yugoslavia. L’architettura politica del Paese é uscita dall’accordo di Dayton: in Bosnia-Erzegovina ci sono due unità amministrative (la Federazione di Bosnia ed Erzegovina, abitata perlopiù da croati e bosniaci, e la Repubblica Srpska, a maggioranza serba), ciascuna con proprio Governo e propria bandiera.

Foto