PERMACULTURA: Economia Circolare






OBIETTIVI EUROPEI IN TEMA DI ECONOMIA CIRCOLARE

IL CONTRIBUTO DELLA PERMACULTURA

Venerdì dalle 16 alle 20 Sabato dalle 9 alle 17

DARIO TAMBURRANO
Portavoce Europeo EFDD Delegazione M5S

L’Economia Circolare nell’Unione Europea.
Il ruolo della permacultura nella diffusione e comprensione del concetto e nella sua implementazione pratica.

ANDREA PAVAN
Accademia Italiana di Permacultura

La riduzione dei rifiuti organici a livello familiare.
Riciclo scarti di cucina, compostaggio e lombricompostaggio in terrazza, in giardino e in casa.
La filiera corta e l’autoproduzione urbana di cibo in casa.
Coltivazioni alimentari in vaso in terrazzo, in giardino e in cortile.
Riduzione del consumo e dello spreco di acqua. Raccolta e gestione dell’acqua piovana.

——————

<< Lo sviluppo delle nostre economie è avvenuto all’insegna del “prendi, produci, usa e getta” secondo un modello di crescita lineare fondato sul presupposto che le risorse siano abbondanti, disponibili, accessibili ed eliminabili a basso costo. È opinione sempre più diffusa che questo modello compromette la competitivià dell’Europa >>

<< La transizione verso un’economia più circolare è al centro dell’agenda per l’efficienza delle risorse stabilita nell’ambito della strategia Europa 2020 per una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva >>

<< L’Unione ha dichiarato la propria volontà politica di ridurre la produzione di rifiuti, riciclare i rifiuti per farne una fonte importante di materie prime per l’UE, recuperare energia solo dai materiali non riciclabili ed eliminare quasi completamente il collocamento in discarica. Una politica dei rifiuti più ambiziosa apporterà notevoli benefici in termini di crescita e occupazione, a costi relativamente ridotti o nulli, contribuendo nel contempo a migliorare l’ambiente >>

Estratti dalla Comunicazione della Commissione Europea
del 2 luglio 2014 COM(2014) 398 final

PERMACULTURA: Economia Circolare ultima modifica: 2016-09-15T12:19:46+00:00 da Dario Tamburrano