CETA: non è solo il Belgio ad aver problemi, ma anche Bulgaria, Romania e Germania

La Commissione Europea vuole ottenere l’unanimità degli Stati membri sul CETA in tempo per la firma ufficiale del trattato, prevista per giovedì 27. Il suo piano: fare entrare in vigore il CETA provvisoriamente ma a tempo indeterminato, così da aggirare l’approvazione da parte di tutti i parlamenti nazionali e regionali, teoricamente indispensabile, ma in pratica assai difficile da ottenere.

Continua a leggere