CETA, OGM e pesticidi. Perché è a rischio la sicurezza alimentare europea

CETA

Sotto minaccia la sicurezza alimentare europea: sono iniziati il lavori del forum di cooperazione normativa istituito dal CETA, il trattato di libero scambio fra UE e Canada per eliminare le “barriere” che ancora impediscono l’importazione di prodotti canadesi Il trattato CETA di libero scambio fra UE e Canada – in realtà una riforma istituzionale nascosta – in questo mese di […]

Continua a leggere

Stop cibo anonimo, l’ICE per sapere da dove viene il cibo

Aperta la raccolta delle firme. E’ molto più di una petizione: si tratta di uno strumento istituzionale tramite il quale un milione di cittadini può chiedere all’UE di modificare le sue leggi L’ICE (Iniziativa dei Cittadini Europei) “Stop cibo anonimo” viene presentata oggi, mercoledì 29 novembre, a Bruxelles. Chiede che sulle etichette dei prodotti alimentari siano obbligatorie le dichiarazioni di […]

Continua a leggere

Stop al cibo falso e con la maschera

Abbiamo partecipato stamattina al Parlamento Europeo all’esame della petizione proveniente dall’Italia per il diritto a sapere esattamente cosa abbiamo nel piatto L’aspetto oscuro e reticente delle etichette alimentari è salito alla ribalta stamattina al Parlamento Europeo attraverso l’esame della petizione proveniente dall’Italia che chiede di dire basta al cibo falso. Più esattamente, chiede di rivedere le norme in base alle […]

Continua a leggere

Dario Tamburrano Candidato M5S – Elezioni Europarlamento 2014 (Lazio-Marche-Toscana-Umbria)

Sono Candidato con il M5S alle elezioni Europee 2014 per dare trasparenza a ciò che accade nelle Istituzioni Europee, dare voce alle istanze di quei cittadini che pretendono un cambio di rotta della Comunità Europea e passare quindi dall’imperativo “Ce lo chiede l’Europa” al “CE LO CHIEDONO GLI EUROPEI”.

Continua a leggere

Europa | Vulnerabili non solo al gas

L'Europa di fronte al picco del petrolio

Il paradigma economico della crescita e della globalizzazione delle merci, si è retto finora su un’ampia disponibilità planetaria di risorse naturali a basso costo che sono oggi in rapido esaurimento, sempre più’ costose e concentrate nella mani di pochi poteri forti senza controllo e in territori lontani e instabili.

Continua a leggere