Energia Tecnologia

Geotermia all’Amiata e asini volanti. Risposta alla nostra interrogazione

Le cospicue emissioni di gas serra provenienti dalle centrali sarebbero indistinguibili da quelle naturali. Equivale a dire che gli asini volano perchè nessuno ha dimostrato che possono solo camminare L’energia geotermica prodotta dalle centrali di tipo flash del Monte Amiata è più sporca di quella prodotta con i combustibili fossili, poichè comporta emissioni di gas serra (anidride carbonica e metano) equivalenti […]

Continua a leggere

Ennesima centrale geotermica flash sull’Amiata? Nostre osservazioni alla VIA di Piancastagnaio 6

Bagnore

Le osservazioni alla VIA vertono su violazioni di norme UE, nazionali e regionali del progetto di Piancastagnaio 6, un nuovo impianto molto impattante e con effetti cumulativi con le vicine 5 centrali simili già in funzione. La Regione Toscana ha avviato l’iter che potrebbe portare all’apertura di una nuova centrale geotermica di tipo flash sul Monte Amiata. Lo ha chiesto […]

Continua a leggere

Rifiuti, aperto caso EU Pilot contro l’Italia su nostra segnalazione

Anticamera della procedura d’infrazione per sfalci e potature mandati nei bruciatori a biomassa: é contro le norme UE e nuoce alla filiera del compostaggio La Commissione Europea, in seguito a una nostra interrogazione del novembre 2016, ha recentemente aperto nei confronti dell’Italia il caso EU Pilot 2017/9180/ENVI sui rifiuti. E’ l’anticamera di una procedura di infrazione. Il problema riguarda la […]

Continua a leggere

Spada di Damocle sull’Europa. Nuove crepe nei reattori nucleari in Belgio

Le ultime ispezioni effettuate nelle decrepite centrali nucleari belghe hanno individuato una moltitudine di nuove crepe nell’acciaio dei reattori Doel 3 e Tihange 2. Essi vengono mantenuti accesi nonostante le migliaia di crepe già individuate da tempo e l’età ormai veneranda essendo entrati in funzione rispettivamente nel 1982 e nel 1983 e sono progettati per durare trent’anni.

Continua a leggere

Economia collaborativa e rinnovabili. Scambi di kWh con il blockchain

Il Parlamento Europeo chiede di inserire gli scambi fra i piccoli produttori-consumatori di energia nelle politiche per l’ottimizzazione e la condivisione di beni e servizi tramite le piattaforme internet Lo scambio di energia rinnovabile proveniente dai piccoli impianti dei produttori-consumatori diventa un ingrediente dell’economia collaborativa, cioè della galassia (Uber, Freecycle, Aibnb…) cui l’uso di beni e servizi viene ottimizzato e […]

Continua a leggere

Etichette energetiche 2.0 con QR code e database, il sì definitivo

Oggi il Parlamento Europeo, riunito a Strasburgo in sessione plenaria, ha fatto il passo definitivo e ha approvato il regolamento – di cui io sono relatore – per le etichette 2.0 con le informazioni sull’efficienza energetica di prodotti come frigoriferi, lavastoviglie e lavatrici. In seguito all’accordo che abbiamo raggiunto in marzo con il Consiglio UE (l’altro colegislatore europeo), siamo riusciti ad ottenere che queste etichette siano ben più di un pezzo di carta. Vanno infatti a braccetto con un database contenente una gran quantità di informazioni aggiuntive: un QR code, un link o simili dovrà permettere di raggiungere il database direttamente dall’etichetta anche attraverso un telefonino.

Continua a leggere
1 2 3 16