Mascherine di fortuna in TNT (tessuto non tessuto)

Dato che in molti, stante scarsità e necessità, stanno provando a realizzare delle mascherine di fortuna, volevo darvi alcune informazioni.

Le mascherine dette chirurgiche sono composte da strati di TNT idrorepellente a base poliesterica, comunemente conosciuto come tessuto non tessuto, alternati a strati di cellulosa. Di TNT “idoneo” sono fatti i panni acchiappa polvere (#swiffer e similari), e i teli per proteggere le piante dal freddo. Se desiderate realizzare delle mascherine di “fortuna” ma di efficacia cmq non affatto nulla*, è possibile alternare 3 strati di TNT (uno esterno, uno intermedio e uno esterno) e 2 strati di cellulosa (teli di carta per asciugare o carta igienica, EVITARE la carta forno!), o se il TNT e la carta che avete sono troppo spessi per respirare bene anche con uno strato esterno e interno di TNT e uno interno di cellulosa (mascherine a 3 veli).
 
Per tenere la mascherina in forma è possibile usare biadesivo, o una cucitrice da ufficio, utile anche il nastro biadesivo. Idem per il fissaggio di elastici o fettucce (anche esse realizzabili in TNT)
 
Per renderla aderente al naso è possibile incollare col biadesivo o con del silicone uno o più fili di fil di ferro a seconda dello spessore, rame spesso, lamine di alluminio o di latta avendo cura che non siano taglienti ed usando quindi, se necessario, della carta vetrata per smussarne le parti acute.
 
Per “plissettare la mascherina e per la realizzazione generale vedete il video

NB il presidio più importante per evitare il contagio da SARS COV-2 rimane sempre il lavaggio frequente delle mani
 
PS Sarebbe consigliabile usare anche gli occhiali per proteggere dal droplet anche le mucose oculari.
PPS Non dimenticate che il contante può essere veicolo di contagio
 
* L’uso della mascherina protegge meccanicamente in caso di droplet salivare la bocca e il naso ed evita che le tocchiate con le mani eventualmente contaminate.
 
#COVID19 #CORONAVIRUS #CORONAVIRUSITALIA #COVID19ITALIA