La neutralità della rete ha vinto. Chiuse le scappatoie create dalla nuova normativa UE

Ribadito il principio di trattare tutto il traffico su internet in modo uguale, senza accelerarlo né rallentarlo, a prescindere dalla sua origine e destinazione La neutralità della rete ha vinto. Il merito non va alle forze politiche maggioritarie nell’UE, che anzi hanno cercato di assassinarla: infatti il Consiglio UE e la maggioranza del Parlamento Europeo, nell’autunno 2015, hanno concesso un’amplissima […]

Continua a leggere

Il trattato CETA applicato provvisoriamente a tempo indeterminato. L’UE beffa parlamenti e cittadini

E’ il contestatissimo gemello del TTIP. Per l’entrata in vigore serve il sì del Parlamento Europeo e di tutti i parlamenti nazionali e regionali, ma  Bruxelles seppellisce la democrazia senza compilare il certificato di morte Il contestatissimo trattato di libero scambio CETA fra UE e Canada – il gemello minore del TTIP – troverà presto attuazione provvisoria a tempo indeterminato (cioè anche in perpetuo) per dribblare l’indispensabile approvazione da parte dei parlamenti nazionali e […]

Continua a leggere

“Fate scorta di cibo e acqua”. Il Governo tedesco sa qualcosa che noi non sappiamo?

Lo diceva anche la nonna, di tenere sempre in casa un po’ di scorta di cibo: perchè non si sa mai. Ma la prospettiva cambia se è il Governo tedesco che si accinge ad ordinare di tenere in casa cibo, acqua potabile, medicine e tutto ciò che è necessario per cavarsela per dieci giorni – dieci! – in caso di crisi gravi e di catastrofi. Sanno qualcosa che noi non sappiamo? Il buonsenso della nonna non contemplava dieci lunghi giorni con i negozi chiusi e i rubinetti a secco.

Continua a leggere

Bilancio degli ultimi 12 mesi al Parlamento Europeo

Il bilancio del nostro anno di lavoro è come un iceberg. Le vittorie costituiscono la punta di questo iceberg, la sua piccola parte emersa: le nuove etichette energetiche (approvate in plenaria e per le quali sono relatore) e i risultati ottenuti su efficienza energetica, diritti degli autoproduttori-consumatori di energie rinnovabili, no a finanziamenti UE al nucleare. La parte sommersa dell’iceberg, molto più grande, è quella che ci ha consentito di conseguire questi risultati: negli ultimi 12 mesi abbiamo prodotto 720 emendamenti per inserire il punto di vista nostro e del M5S nei 24 dossier che abbiamo seguito in qualità di relatore o relatore ombra all’interno della commissione parlamentare ITRE (industria, energia, ricerca), per la quale sono anche coordinatore.

Continua a leggere