Comune di Barcellona: società pubblica per acquistare e vendere energia rinnovabile

La compagnia distribuirà l’energia fotovoltaica in eccesso prodotta da condomini e Comune.

Barcellona 14 luglio 2016. Fonte El Pais

Il governo del sindaco di Barcellona, Ada Colau, fonderà una società municipale per comprare e vendere energia elettrica prodotta dai pannelli fotovoltaici in città. La compagnia di distribuzione comprerà e venderà l’energia elettrica sia dai condomini che, pur avendo pannelli destinati all’autoconsumo, producono eccedenze, sia quella generata negli impianti comunali, come gli enormi pannelli del Forum Plaza.

La creazione di una compagnia comunale di distribuzione energetica era stato un impegno elettorale di Barcelona en Comú. La compagnia sarà operativa nell’autunno del 2018, è una delle azioni previste in un pacchetto di misure esecutive che verrà presentato nella sessione plenaria della prossima settimana. Complessivamente, il pacchetto prevede azioni per un ammontare di 130 milioni di euro fino al 2019.

L’idea è che il Comune diventi il canale per facilitare tutti gli aspetti legati alla produzione e al consumo di energia pulita, in quanto l’esecutivo ritiene che dovrebbe ritornare ad essere un servizio pubblico. Riferendosi al controverso decreto del governo Rajoy che ostacola la produzione domestica di energia elettrica, Janet Sanz l’assessore per l’Ecologia, l’Urbanistica e la Mobilità,  ha dichiarato: “Barcellona vuole stare all’avanguardia della transizione energetica e desidera sfidare il decreto sull’autoconsumo emanato del governo centrale e che riteniamo ingiusto. Vogliamo che si smetta di incutere timore intorno all’auto-consumo”.

Foto: Ada Colau insieme al primo vice-sindaco Gerardo Pisarello

Comune di Barcellona: società pubblica per acquistare e vendere energia rinnovabile ultima modifica: 2016-07-19T01:02:45+00:00 da Dario Tamburrano