Ucraina beffa UE. Si prende i soldi ma non adempie alle promesse per il passaggio del gas

“Prendi i soldi e scappa”… o qualcosa di molto simile. In settembre, l’UE ha garantito all’Ucraina un miliardo di dollari (dei quali risultano già versati almeno 800 milioni) affinché l’Ucraina stessa pompasse due miliardi di metri cubi di gas nei suoi stoccaggi sotterranei prima dell’inizio dell’inverno, con lo scopo di rendere agevole il transito in territorio ucraino del gas russo diretto […]

Continua a leggere

Unione dell’Energia. Cosa ha approvato la Commissione a meno di un mese dalla COP21

La buona notizia é che sono stati approvati vari nostri emendamenti a favore di energie rinnovabili ed efficienza energetica, compreso uno per rendere obbligatoria la produzione delle rinnovabili nei nuovi edifici. Ma la cattiva notizia é che lunedì 10, alla vigilia della conferenza sul clima COP 21 di Parigi, la commissione ITRE del Parlamento Europeo si é defilata di fronte […]

Continua a leggere

Economia circolare e i lombrichi in regalo al commissario UE Vella

Lombrichi al Parlamento Europeo. Lombrichi per il commissario europeo all’Ambiente, Karmenu Vella: lo scorso 20 ottobre, in occasione del convegno sull’economia circolare, gli abbiamo regalato un mini lombricompostatore per ufficio o casa in plastica (PLA) derivata da scarti vegetali e compostabile che abbiamo realizzato con un tool gratuito online di disegno digitale e realizzato con una stampante 3D. Il Commissario, dapprima […]

Continua a leggere

Per l’EFSA il Glifosato non é cancerogeno ma per la IARC sì. Il costo umano dei fitofarmaci

E adesso a chi dovremmo credere? E’ “improbabile” che il diserbante Glifosato causi il cancro negli esseri umani, ha stabilito ieri l’Efsa, l’Agenzia Europea per la Sicurezza Alimentare. Invece in marzo lo stesso Glifosato é stato definito “probabilmente cancerogeno” dalla IARC (International Agency for Research on Cancer), legata al WHO, l’Organizzazione Mondiale per la Sanità che a sua volta é l’agenzia delle Nazioni Unite per la salute.

Continua a leggere