Nucleare. Altri soldi pubblici per Hinkley Point C, la centrale-zombie in cerca di costruttore

Il nucleare non é in grado di decollare. E la Gran Bretagna cerca di dargli una spinta attraverso l’ennesima massiccia iniezione di denaro pubblico. Il cancelliere George Osborne ha annunciato che lo Stato garantisce con due ulteriori miliardi di sterline (2,76 miliardi di euro) la costruzione della centrale di Hinkley Point C. Significa che se le società incaricate di realizzare […]

Continua a leggere

Un accordo che piacerà a Soros. L’UE paga all’Ucraina un miliardo di “pizzo” per il gas

Non i 500 milioni di cui si parlava all’inizio, ma addirittura un miliardo di dollari. L’accordo è stato raggiunto venerdì: l’UE paga il “pizzo” all’Ucraina – la nuova ed impresentabile partner cui é legata da un accordo di associazione – per convincerla a far transitare nei gasdotti ucraini il gas russo diretto verso i Paesi dell’Unione. Il transito del gas […]

Continua a leggere

TTIP & ICS: il maquillage gattopardesco della clausola ISDS. Aggiornato lo wiki TTIP

E’ ancora una volta fresco di aggiornamento lo wiki TTIP, lo strumento di informazione al servizio dei cittadini sul trattato di libero scambio in corso di negoziazione segreta fra UE ed USA. L’ultima novità: la Commissione Euroopea sta cercando di effettuare un’operazione cosmetica su una delle parti piú inaccettabili del TTIP. La settimana scorsa ha proposto di ribattezzare “sistema ICS” la clausola ISDS, quella che […]

Continua a leggere

India: il solare decolla. Il primo aeroporto fotovoltaico del mondo e i suoi “fratelli”

L’aeroporto solare di Kochi (o Cochin), in India, è il primo al mondo interamente alimentato dall’energia fotovoltaica – l’inaugurazione é di pochi giorni fa – e, soprattutto, non é che l’inizio. L’India intende proseguire subito con l’aeroporto di Calcutta e con i più importanti aeroporti del Rajasthan pur se sarà di origine fotovoltaica la maggior parte parte dell’energia elettrica necessaria a far […]

Continua a leggere

UE, una persona su quattro (in Italia il 28%) é povera o a rischio di povertà

L’UE era famosa per il diffuso benessere e per la sicurezza sociale offerta alla popolazione.  Ora una persona su quattro é povera o a rischio di povertà: complessivamente, 123 milioni di persone. Il numero é considerevolmente aumentato dopo l’austerity. Inoltre avere un lavoro non porta più con sè l’automatica possibilità di una vita dignitosa.  Ha diffuso ieri questi dati Oxfam, […]

Continua a leggere

L’UE paga il “pizzo” all’Ucraina per scongiurare una nuova crisi del gas

L’UE é disposta a pagare il “pizzo” all’Ucraina, suo nuovo e impresentabile “partner” – al quale è legata l’anno scorso da un accordo di associazione (il primo passo per l’entrata in UE). Usa i soldi dei cittadini europei per comprare il gas all’Ucraina e convincerla così a far passare nel suo territorio il gas russo diretto verso i Paesi dell’Unione: un’operazione […]

Continua a leggere

Energia, piano e consultazione UE per i consumatori. Purchè non si intralci il mercato

E’ online fino all’8 ottobre la consultazione pubblica UE sull’assetto da dare al mercato dell’energia. Consente di esprimere opinioni su molti punti: ma non su quello fondamentale. Cioè sul fatto che, almeno secondo l’Unione Europea, il prezzo generato dal libero mercato e dal gioco della domanda e dell’offerta conduce al migliore dei mondi possibili e costituisce dunque la miglior protezione possibile per le famiglie […]

Continua a leggere
1 2