L’UE presta altri soldi all’Ucraina che può sospenderne la restituzione

L’UE ha appena concesso un altro prestito (1,8 miliardi di euro) all’impresentabile Ucraina, che pochi giorni fa ha approvato la moratoria al pagamento del debito estero. Significa che si è assegnata la facoltà di sospenderne la restituzione. Traduzione: rispetto all’Ucraina, la Grecia (cui la UE nega i soldi per paura di non rivederli) è sicura come la cassaforte di una banca svizzera.  (foto)

Continua a leggere

Evento in streaming. Debutta martedì 26-5 il lavoro sui beni comuni al Parlamento Europeo

Martedì 26 maggio 2015 alle 9.30 c’è il debutto pubblico, qui a Bruxelles, del lavoro sui beni comuni collegati all’intergruppo del Parlamento Europeo “Beni comuni e servizi pubblici”, di cui faccio parte. Tuttavia i veri esperti in materia di beni comuni sono i cittadini attivi sul tema: praticamente gli unici in grado di portare esperienze concrete in questo campo dell’azione […]

Continua a leggere

Si va alla guerra? Europarlamento vota si a un fondo UE per le operazioni militari

Assemblea plenaria a Strasburgo butta nel gabinetto le lezioni impartite da un secolo di storia e dai due conflitti mondiali Insieme alla “strategia di difesa” che mira al riarmo europeo e al protagonismo dell’UE nelle zone di conflitto, giovedì l’Europarlamento ha approvato anche le linee guida per finanziarla a spese dei cittadini e dei contribuenti. Anche in questo caso noi del M5S abbiamo votato contro; […]

Continua a leggere

Spese militari. Europarlamento vota per il 2% del PIL al riarmo

Destinare alle spese militari il 2% del PIL è una minaccia per la pace e significa sottrarre altro denaro ai cittadini stremati dall’austerity Si aggrava il delirio dell’Europarlamento, che ora chiede addirittura il riarmo bellico dell’UE. Dopo aver detto che l’Unione Europea deve essere pronta a fare la guerra alla Russia,  l’assemblea plenaria ha approvato giovedì a Strasburgo una terrificante risoluzione sulla politica di sicurezza e di difesa comune (PSDC): […]

Continua a leggere