In difesa della NET NEUTRALITY durante la discussione in seduta plenaria a Strasburgo sul Digital Single Market

Un’internet “a due velocità” sarebbe la fine di internet così come oggi la conosciamo: la trasmissione delle informazioni dall’alto verso il basso – dai grandi siti commerciali agli utenti – diventerebbe una cascata impetuosa e porterebbe via acqua dal lago nel quale si naviga da pari a pari scambiandosi i dati ed arricchendoli di volta in volta. Ma solo in questo “lago” internet è uno strumento di democrazia.

Continua a leggere

Referendum sull’euro & “New Deal 4 Europe”. Due occasioni di partecipazione diretta nelle vicende dell’UE

Il referendum consultivo sull’euro e il “New Deal 4 Europe”: due occasioni di partecipazione diretta nelle vicende che riguardano l’UE. Già molto si è detto e scritto a proposito dell’eventualità che l’Italia torni ad usare una moneta nazionale (a proposito: solo ora si è saputo che nei giorni peggiori della crisi finanziaria 2012 Olanda e Germania prendevano in seria considerazione l’ipotesi di farlo davvero).

Continua a leggere

La scuola che prepara al futuro | Maria De Biase è vincitrice alla selezione finale del Premio Cittadino Europeo 2014

La dirigente scolastica campana Maria De Biase (dopo aver passato un mesetto fa le selezioni nazionali), è tra i 47 vincitori del “Premio del Cittadino Europeo”. La premiazione si svolgerà dalle ore 10 di venerdì 12 dicembre 2014 a Firenze a Villa Salviati e il 25 febbraio 2015 a Bruxelles al Parlamento Europeo.

Continua a leggere

BRUXELLES 11 Dicembre | Evento sulle nuove colture perenni. Una nuova rivoluzione agricola?

Circa 10mila anni fa l’uomo ha cominciato a “domesticare” piante selvatiche per coltivarle. E ha scelto specie annuali soprattutto perchè ciò gli permetteva di spostarsi da un luogo all’altro portandosi dietro il seme che gli avrebbe poi dato nuovo cibo.

Continua a leggere

L’escalation della guerra commerciale contro la Russia. Approvato l’accordo con la Moldavia

Oggi il Parlamento Europeo ha detto sì all’accordo di associazione fra l’UE e la Moldavia (o Moldova), raggiunto nel giugno scorso. E’ un trattato di libero scambio che apre il mercato dell’Unione Europea ai prodotti moldavi. E’ l’anticamera dell’ingresso della Moldavia nell’Unione Europea, dal momento che fornisce “la base per una stretta associazione politica ed un’integrazione economica con l’UE”.

Continua a leggere

Consegnare al Parlamento Europeo il messaggio dell’esaurimento delle risorse

Ugo Bardi, docente di Chimica all’Università di Firenze e fondatore di ASPO Italia (l’associazione italiana per lo studio del picco del petrolio), ha partecipato su mio invito in veste di relatore ad una conferenza sulla sicurezza energetica dell’Unione Europea che si é svolta la settimana scorsa qui al Parlamento Europeo.

Continua a leggere
1 2