Eredità di Chernobyl. L’Italia importa cibo radioattivo dall’Ucraina?

Bacche, funghi, latte. Interrogazione alla Commissione Europea sugli scarsi controlli ora in vigore e sulla prospettiva che cessino del tutto con il 2020 Cibo radioattivo di Chernobyl, lo stiamo ancora mangiando e ne mangeremo ancora in futuro? La conseguenza del disastro nucleare avvenuto nel 1986 non riguarda solo la contaminazione del cibo che viene tuttora consumato in Ucraina (e già […]

Continua a leggere

Chernobyl brucia ancora. Un impianto a biomasse rimette in circolo la radioattività

Un grande impianto, finanziato con fondi UE, usa come combustibile legno contaminato proveniente da Chernobyl; i fumi vanno per l’aria e le ceneri tossiche vengono impiegate come fertilizzante in tutta l’Ucraina avvelenando i raccolti. Che poi vengono esportati (anche in Italia). Chernobyl brucia ancora. Il fuoco é finanziato con i soldi dei cittadini europei ed il risultato é l’arrivo di cibo […]

Continua a leggere

Olanda. Referendum: vince il No ma per l’UE é come non detto

Interpellati attraverso un referendum, ieri i cittadini olandesi hanno detto no all’accordo di associazione stretto dall’UE con l’impresentabile Ucraina. Ma per l’UE il No degli elettori olandesi é come non detto: “Non cambierà nulla”, hanno dichiarato sia il presidente del Consiglio UE Tusk, sia un portavoce della Commissione Europea. In Italia notizia non pervenuta… Del resto, per le istituzioni europee […]

Continua a leggere

Perfino sulla pelle dei bambini. Moldavia, Ucraina e Georgia, voti scandalosi dell’Europarlamento

Voti scandalosi. Voti che puzzano di marcio e di conflitti armati, voti che vanno contro gli interessi e i valori europei. Giovedì a Strasburgo il Parlamento Europeo, riunito in seduta plenaria, non si é fermato neanche davanti ai diritti dei bambini pur di assecondare la bulimia espansiva dell’UE verso Est. Ha approvato a maggioranza, e col nostro voto contrario, un documento che “si compiace” degli accordi di associazione dell’UE con Moldavia, Ucraina e Georgia. Ha rifiutato perfino l’emendamento …

Continua a leggere

Ucraina beffa UE. Si prende i soldi ma non adempie alle promesse per il passaggio del gas

“Prendi i soldi e scappa”… o qualcosa di molto simile. In settembre, l’UE ha garantito all’Ucraina un miliardo di dollari (dei quali risultano già versati almeno 800 milioni) affinché l’Ucraina stessa pompasse due miliardi di metri cubi di gas nei suoi stoccaggi sotterranei prima dell’inizio dell’inverno, con lo scopo di rendere agevole il transito in territorio ucraino del gas russo diretto […]

Continua a leggere

Nucleare in Ucraina. Altra vittoria M5S contro le Chernobyl mantenute in vita con fondi europei

Altra vittoria del M5S in Europa. D’ora in poi l’Ucraina, se vorrà far funzionare oltre l’età pensionabile le sue vecchie e pericolose centrali nucleari, dovrà innanzitutto accertarsi che i Paesi confinanti non abbiano da eccepire: altrimenti perderà i fondi europei coi quali finanzia il mantenimento in vita dei reattori. La Commissione Europea e la EBRD (Banca Europea per la Ricostruzione […]

Continua a leggere

Un accordo che piacerà a Soros. L’UE paga all’Ucraina un miliardo di “pizzo” per il gas

Non i 500 milioni di cui si parlava all’inizio, ma addirittura un miliardo di dollari. L’accordo è stato raggiunto venerdì: l’UE paga il “pizzo” all’Ucraina – la nuova ed impresentabile partner cui é legata da un accordo di associazione – per convincerla a far transitare nei gasdotti ucraini il gas russo diretto verso i Paesi dell’Unione. Il transito del gas […]

Continua a leggere

L’UE paga il “pizzo” all’Ucraina per scongiurare una nuova crisi del gas

L’UE é disposta a pagare il “pizzo” all’Ucraina, suo nuovo e impresentabile “partner” – al quale è legata l’anno scorso da un accordo di associazione (il primo passo per l’entrata in UE). Usa i soldi dei cittadini europei per comprare il gas all’Ucraina e convincerla così a far passare nel suo territorio il gas russo diretto verso i Paesi dell’Unione: un’operazione […]

Continua a leggere
1 2 3 4