Censura e delirio a Strasburgo: propaganda Russa e Beatrice Di Maio

Approvata una mozione per potenziare la task force UE (conta già 400 “esperti”) contro le “campagne di disinformazione finanziate dal Cremlino”. Come hanno votato gli italiani Forse costituisce un caso psichiatrico, e non solo politico, la stupefacente mozione antirussa approvata mercoledì dal Parlamento Europeo e che invoca il potenziamento della task force UE contro “le campagne di disinformazione della Russia“. […]

Continua a leggere

L’Europarlamento butta ancora benzina sulle relazioni con la Russia

Quando il mondo è sull’orlo di una guerra si dovrebbe esaminare la realtà in modo equilibrato e indipendente. Ma la maggioranza dell’assemblea di Strasburgo sceglie la strada opposta La tensione fra USA e Russia é a livelli mai raggiunti dal 1961-62, i tempi della Baia dei Porci e della conseguente crisi dei missili di Cuba. Sui grandi media internazionali si affaccia […]

Continua a leggere

Perfino sulla pelle dei bambini. Moldavia, Ucraina e Georgia, voti scandalosi dell’Europarlamento

Voti scandalosi. Voti che puzzano di marcio e di conflitti armati, voti che vanno contro gli interessi e i valori europei. Giovedì a Strasburgo il Parlamento Europeo, riunito in seduta plenaria, non si é fermato neanche davanti ai diritti dei bambini pur di assecondare la bulimia espansiva dell’UE verso Est. Ha approvato a maggioranza, e col nostro voto contrario, un documento che “si compiace” degli accordi di associazione dell’UE con Moldavia, Ucraina e Georgia. Ha rifiutato perfino l’emendamento …

Continua a leggere

Ucraina beffa UE. Si prende i soldi ma non adempie alle promesse per il passaggio del gas

“Prendi i soldi e scappa”… o qualcosa di molto simile. In settembre, l’UE ha garantito all’Ucraina un miliardo di dollari (dei quali risultano già versati almeno 800 milioni) affinché l’Ucraina stessa pompasse due miliardi di metri cubi di gas nei suoi stoccaggi sotterranei prima dell’inizio dell’inverno, con lo scopo di rendere agevole il transito in territorio ucraino del gas russo diretto […]

Continua a leggere

Un accordo che piacerà a Soros. L’UE paga all’Ucraina un miliardo di “pizzo” per il gas

Non i 500 milioni di cui si parlava all’inizio, ma addirittura un miliardo di dollari. L’accordo è stato raggiunto venerdì: l’UE paga il “pizzo” all’Ucraina – la nuova ed impresentabile partner cui é legata da un accordo di associazione – per convincerla a far transitare nei gasdotti ucraini il gas russo diretto verso i Paesi dell’Unione. Il transito del gas […]

Continua a leggere

L’UE paga il “pizzo” all’Ucraina per scongiurare una nuova crisi del gas

L’UE é disposta a pagare il “pizzo” all’Ucraina, suo nuovo e impresentabile “partner” – al quale è legata l’anno scorso da un accordo di associazione (il primo passo per l’entrata in UE). Usa i soldi dei cittadini europei per comprare il gas all’Ucraina e convincerla così a far passare nel suo territorio il gas russo diretto verso i Paesi dell’Unione: un’operazione […]

Continua a leggere

Raddoppio del gasdotto Nord Stream. La Germania batte 2-0 l’Ucraina

Germania batte Ucraina 2-0. Il colosso russo del gas Gazprom ha firmato l’accordo per raddoppiare il gasdotto Nord Stream, che porta il gas russo direttamente in Germania. L’operazione é in grado di scongiurare, a tutto vantaggio della Germania, una futura crisi legata al transito nell’inaffidabile Ucraina del gas russo diretto verso l’UE. Ora viene dalla Russia circa un terzo del gas […]

Continua a leggere

Confermate le sanzioni alla Russia che costano lo 0,9% del PIl all’Italia. Qualcuno vi ha mai chiesto che ne pensate?

L’Unione Europea si spara (e ci spara) sui piedi. Come anticipato, oggi il Consiglio dell’UE ha prolungato ufficialmente le sanzioni economiche alla Russia. L’Unione Europea aveva calcolato che esse sarebbero costate lo 0,2-0,3% del PIL all’UE e lo 0,6-1,1% del PIL alla Russia (l’articolo del Wall Street Journal é riservato agli abbonati; qui un riassunto accessibile a tutti). In realtà […]

Continua a leggere
1 2 3