Cosa sono le fake news? La non-risposta della Commissione Europea

Non le definisce, non dice chi l’ha incaricata di contrastarle, ma continuerà ad incitare Google e Facebook a lottare contro di loro. E’ l’esito della nostra interrogazione. E’ finalmente arrivata la risposta alla nostra interrogazione sulla lotta promossa dalla Commissione Europea alle fake news e che può in realtà colpire la pluralità di espressione su internet. Abbiamo ricevuto un testo che potrebbe […]

Continua a leggere

Fake news e pluralità di espressione. Il delitto perfetto su internet

Bruxelles sollecita le piattaforme internet ad “autoregolamentarsi”; Facebook e Google eseguono. Il caso Byoblu e la nostra interrogazione E’ il delitto perfetto. La Commissione Europea sta dimostrando di essere in grado di colpire la pluralità di espressione su internet senza che sia possibile accusarla di censura: l’azione é infatti ribattezzata “lotta contro le fake news” ed é demandata a Google […]

Continua a leggere

Bando UE. Cercasi esperti per salvare le reti comunitarie e mesh

Bando UE per costituire un gruppo di esperti provenienti dalla società civile in vista delle norme applicative su WiFi e software che potrebbero stroncare i collegamenti a internet tramite le reti comunitarie senza fili Le reti comunitarie, comprese le reti mesh, potranno continuare ad esistere o invece l’UE le stroncherà? Ne avevamo già parlato in un precedente post a inizio ottobre (Reti […]

Continua a leggere

Reti comunitarie (e mesh): nuova direttiva UE rischia di soffocarle. Addio a internet senza padrone?

L’obbligo di software certificato dal produttore negli apparati WiFi può impedire di sganciarsi dai provider tradizionali e quindi la creazione di reti comunitarie poco costose e molto veloci. Le regole UE su apparati WiFi router e software certificato, attese per i prossimi mesi, rischiano di stroncare in particolare le WCN (Wireless Comunity Network) o reti comunitarie (tra cui le  Reti Mesh); e […]

Continua a leggere

La neutralità della rete ha vinto. Chiuse le scappatoie create dalla nuova normativa UE

Ribadito il principio di trattare tutto il traffico su internet in modo uguale, senza accelerarlo né rallentarlo, a prescindere dalla sua origine e destinazione La neutralità della rete ha vinto. Il merito non va alle forze politiche maggioritarie nell’UE, che anzi hanno cercato di assassinarla: infatti il Consiglio UE e la maggioranza del Parlamento Europeo, nell’autunno 2015, hanno concesso un’amplissima […]

Continua a leggere
1 2 3