Interrogazione M5S avvia procedura per maggiori controlli su nucleare ucraino

Avete presenti i reattori nucleari dell’Ucraina? Bombe pronte ad esplodere nel cuore dell’Europa. Sono vecchi e pericolosi pezzi di antiquariato risalenti all’epoca di Chernobyl. Eppure le istituzioni europee contribuiscono indirettamente a mantenerli in funzione per decenni a venire, ben oltre l’età pensionabile. Soldi dei cittadini spesi per appendere queste spade di Damocle sulle teste di tutti noi.

Continua a leggere

Denunciato Varoufakis, il ministro-hacker e partigiano tecnologico contro l’euronazismo tecnocratico

Il nazismo economico in vigore nell’UE è basato sulla tecnocrazia. Per sconfiggerla, l’ex ministro greco delle Finanze Yanis Varoufakis si è trasformato in un hacker: in un partigiano tecnologico. Ieri è stato denunciato per essere penetrato abusivamente nel software del suo stesso Governo con lo scopo di sottrarlo al controllo di Bruxelles. L’azione di Varoufakis serviva per mettere a punto il famoso piano B: il sistema di pagamenti […]

Continua a leggere

L’UE e l’euro come Guantanamo. Ieri notte hanno fatto il waterboarding a Tsipras

L’UE e l’euro sono come Guantanamo. Per far capitolare la Grecia ieri notte hanno usato il waterboarding: non é un’espressione inventata dai giornalisti ma il vocabolo scelto da un funzionario europeo. Il waterboarding è una tortura. Qualsiasi scelta di Tsipras sarebbe stata sbagliata. Gli sono state poste due alternative inaccettabili: o una dose veramente da cavallo di austerity per aprire […]

Continua a leggere

La Grecia offre il 50% di austerity in più ma in cambio chiede il 700% di aiuti in più

L’UE non brinderà sul teschio di Varoufakis. Si legge che la Grecia di Tsipras sta cedendo su tutta la linea, dal momento che, in cambio degli aiuti europei, offre tagli di spesa e aumenti di tasse per 11-12 miliardi, mentre il referendum di domenica scorsa ha detto No agli aiuti in cambio di 8 miliardi di tagli e tasse. Resoconti […]

Continua a leggere

L’euro non é irreversibile. Grexit, le tre vie d’uscita legali per la Grecia

Gli azzeccagarbugli hanno trovato non una, non due ma almeno tre vie legali per il Grexit. Teoricamente, l’euro é irreversibile, come Draghi non perde occasione di ricordare, perché i trattati non prevedono una procedura per uscire dalla moneta europea. Ma la Grecia non ha più un quattrino, a meno che il summit europeo convocato per domenica le accordi un prestito: significa trovare […]

Continua a leggere

Prendono a pedate la Grecia. La sostanziale menzogna dell’Eurogruppo

Prendono a pedate la Grecia che ha detto No all’austerity. Se i precedenti segnali non bastano, ecco un altro fatto  che va in questa direzione. Il presidente dell’eurogruppo, Dijsselbloem, ha diffuso un comunicato stampa secondo il quale la Grecia non ha portato alcuna “nuova proposta” all’eurogruppo conclusoni infruttuosamente poco fa. In realtà la proposta c’era eccome, ma per saperlo bisogna […]

Continua a leggere

“Varoufakis é stato silurato perché voleva introdurre una valuta parallela all’euro”

Altro che l’incompatibilità di carattere con il resto dell’Eurogruppo. In Grecia, il ministro delle Finanze Varoufakis sarebbe stato silurato perché era intenzionato a introdurre una valuta parallela all’euro. L’ipotesi viene dal Wall Street Journal: si trova in un articolo riservato ai soli abbonati. Bisogna ricostruirne il contenuto mediante altre testate on line. Varoufakis ha parlato dell’introduzione di una valuta parallela […]

Continua a leggere
1 2 3 5