Economia circolare: la UE manda al rogo gli imballaggi

La commissione parlamentare ITRE chiede che vadano all’inceneritore invece che al riciclo qualora sia preferibile per motivi ambientali, tecnici o economici.

Dio ricicla, il diavolo brucia e bruciare va di moda nell’UE. Un emendamento scandaloso approvato dalla commissione ITRE (energia, industria) del Parlamento Europeo alla nascente  normativa sull’economia circolare, prevede che gli imballaggi, anziché essere riciclati, vadano all’inceneritore se questo é preferibile “per motivi ambientali, tecnici ed economici”.

La scorsa settimana la commissione ITRE ha varato le sue osservazioni alla proposta della Commissione Europea sui rifiuti da imballaggio nell’ambito del pacchetto economia circolare. Si é pronunciata a partire dal progetto di parere di João Ferreira (GUE, sinistra): sua è l’idea di bruciare gli imballaggi. Qui gli emendamenti presentati in commissione ITRE. Una trentina sono nostri, firmati insieme a David Borrelli.

Abbiamo incorniciato il testo dell’emendamento con il quale João Ferreira vorrebbe mandare al rogo gli imballaggi europei. E’ il numero 9 del suo progetto di parere. Mira a modificare la direttiva 94/62 su imballaggi e rifiuti da imballaggi, sulla quale si inserisce la proposta di modifica della Commissione Europea oggetto dell’esame in commissione ITRE.

Economia Circolare

Noi – va da sé – abbiamo votato contro questo emendamento. E un no deciso a tutto il resto della relazione.

La commissione ITRE non ha infatti chiesto di aumentare il bassissimo target di riciclo degli imballaggi proposto dalla Commissione Europea: 65% nel 2025 e 75% nel 2030, anno in cui fra i materiali da riciclare non compare più la plastica, che brucia bene. Ha accettato perfino che valgano per il raggiungimento dei target i metalli recuperati in concomitanza con l’incenerimento e il 10% di impurità presenti nella raccolta differenziata.

La commissione ITRE ha invece approvato, anche grazie al nostro voto, emendamenti per ridurre gli imballaggi, diminuire le sostanze tossiche che vi sono contenute (un nostro emendamento), incoraggiare il vuoto a rendere e la responsabilità estesa del produttore, fabbricare solo imballaggi riciclabili.

Le proposte della Commissione Europea economia circolare e riciclo degli imballaggi hanno di fronte a sé un iter legislativo ancora lungo. Tuttavia la maggioranza formatasi in commissione ITRE sul concetto che bruciare può essere meglio che riciclare non depone a favore di un buon esito. Bruciare i rifiuti é “economia circolare” solo se si applica la logica del romanzo “1984” di George Orwell: “la guerra é pace” e “la libertà é schiavitù”.

Foto

Like it? Share it…